CAMPANIA, BOOM PER MUSEI E SITI CULTURALI

La Campania risulta al secondo posto per incassi e numero di visitatori accolti dai musei e siti culturali nel 2016.

E' quanto emerge da alcuni dati (relativi al 2016) diffusi a novembre 2017 dal Mibact (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo).

RECORD NEL 2016 PER LA CAMPANIA

Al primo posto, tra le regioni, si colloca come sempre il Lazio, i cui musei statali nel 2016 hanno accolto quasi la metà dei visitatori di tutta Italia: 20,3 milioni (erano stati 17,7 nel 2013) con incassi per 67,6 milioni di euro (55,2 tre anni prima).

La Campania si piazza al secondo posto, superando la Toscana, con oltre 8 milioni di visitatori (+32,6%) registrati nel 2016 – 2 milioni in più che nel 2013 – e agli introiti oltre i 41,7 milioni di euro contro i 28,7 del 2013.
Pienone per i musei e siti archeologici tra cui Pompei, Ercolano, Paestum, il Museo nazionale di Capodimonte, il museo archeologico di Napoli e della Reggia di Caserta. 


TREND 2017: CAMPANIA (+10,8% E +13,9%) NEI PRIMI 9 MESI

Dopo l’anno record del 2016, con 45,5 milioni di visitatori e circa 175 milioni di euro di incassi, il 2017 conferma un trend di crescita dei musei statali italiani significativo: tra gennaio e settembre i visitatori sono cresciuti del +9,4%, mentre gli introiti sono aumentati del +13,5%. 

Queste le regioni più virtuose in termini di visitatori e incassi: Liguria (rispettivamente +22,7% e +8,4%), Puglia (+18,3% e +13,5%), Veneto (+20% e +73,7%), Friuli Venezia Giulia (+13,7% e +19,2%), Toscana (+10,5% e +14,9%) e Campania (+10,8% e +13,9%). 

Fonte: www.beniculturali.it

PER UNA PANORAMICA SUI MUSEI E SITI CULTURALI DELLA CAMPANIA  CLICCA QUI

PER I PRINCIPALI SITI ARCHEOLOGICI DELLA CAMPANIA  CLICCA QUI

PER I PARCHI E LE OASI DELLA CAMPANIA  CLICCA QUI