Dicembre 2018, occhio alle stelle cadenti e alla cometa

Stelle cadenti a dicembre: ecco le Geminidi, visibili fino alla metà del mese, con un picco nella notte tra il 13 e  il14 dicembre 2018 intorno alle ore 2 (fino a 100 meteore l'ora).
Lo spettacolo, condizioni meteo permettendo, dovrebbe essere assicurato perchè la Luna in questi giorni tramonta in fretta nella prima parte della sera per cui non dovrebbe creare troppo disturbo.

La visiblità dello sciame meteorico e il numero di meteore sono strettamente legati alla posizione della costellazione dei Gemelli (Gemini in latino e da qui il nome di 'Geminidi') nel cielo. 
Si tratta di 'stelle cadenti', infatti, che appariranno come delle improvvise strisce luminose tendenti al giallo e che vengono chiamate così perché sembrano originarsi nel punto in cui si trova la costellazione dei Gemelli.

Ci si aspetta una media di 90-100 meteore l'ora: se non fosse per la visibilità invernale, poco congeniale all'osservazione per il freddo, lo sciame delle Geminidi potrebbe essere considerato lo sciame meteorico più bello dell'anno, senza nulla togliere ovviamente allo spettacolo delle 'stelle cadenti' tipiche del periodo di agosto, le c.d. Perseidi.

Le Geminidi sono state osservate per la prima volta intorno al 1830. A differenza della maggior parte degli sciami di meteore, che hanno come origine una cometa, le Geminidi hanno origine da un asteroide, Fetonte (Phaethon, figlio dell’antico dio greco Apollo), che non ha la stessa abbondanza di polveri. Questo asteroide è una roccia spaziale relativamente piccola poichè ha un diametro di soli 5,8km circa e la sua orbita intreccia periodicamente quelle dei pianeti Mercurio, Venere, Marte e della Terra.

Si tratta di un asteroide particolare, probabilmente una cometa estinta (ossia una cometa che ha perso buona parte del proprio ghiaccio lasciando esposta la sua parte rocciosa), scoperto nel 1983 grazie all’Infrared Astronimical Satellite della Nasa e in seguito identificato come la causa dello sciame meteorico delle Geminidi.

Oltre le stelle cadenti di dicembre, dovrebbe essere visibile anche la cometa di Natale 46P/Wirtanen, che sta entrando nella costellazione del Toro, vicina a quella dei Gemelli, dove si trovano proprio le 'stelle cadenti' di dicembre. Le giornate migliori per osservare la cometa saranno quelle del 12 dicembre 2018, in cui sarà alla distanza minima dal Sole, e del 16 dicembre 2018, in cui sarà alla distanza minima dalla Terra.

Per seguire la cometa in queste due notti, il Virtual Telescope trasmetterà il tutto in diretta online:
https://www.virtualtelescope.eu/